#Giorni Romani

Mi hanno detto che quando hai un vizio il più delle volte nascondi una forte mancanza. Come se il buco si potesse tappare con una pezza troppa piccola, e all’apparenza tutto potesse andare bene, ecco, solo che lungo il tragitto il vuoto inghiotte via tutto, anche quel lembo di stoffa che ci hai messo in mezzo..

La mia vita è un formaggio a groviera allora, ed io non riesco ne a tapparli i buchi ne a fermare la formazione di altri.
Non ho fatto altro che pensare a questo oggi. Come la mia piena insoddisfazione si riflettesse nei miei movienti, i miei modi fare, le mie espressione facciali.

Ho paura che non arriverà mai, nemmeno per un attimo, quel momento che mi faccia sentire completa e felice. Che mi illuda sulla certezza di una vita migliore.Non so nemmeno cosa sto dicendo, scrivendo, cosa voglio. 

Sarà che ho paura di non passare per il test di meidicina, sarà che non vedo altro futuro se non dentro un ospedale. Sarà che non ce la farò da sola due mesi a Roma, senza quella stronza della Ma’ che mi abbraccia quando serve e quando tutto il resto del mondo non se ne rende conto. Sarà che ho lasciato l’unica persona che volevo con me. Sarà che sono troppo giovane e troppo vecchia insieme. Sarà che smetterò di pensarci perché non cambierebbe niente.

Sarà, e qualsiasi cosa sarà, io non potrò nulla per impedirlo.

Posted on Sabato, Settembre 1st at 07:22PM with 1 nota

tagged as: parte prima,
  1. postato da lasignorinadeltreno